COME APRIRE UNA BIRRERIA

Aprire una birreria self service: un business innovativo che ti farà risparmiare e renderà i tuoi clienti più contenti. Scopri quanto costa e come aprire una birreria self service

L’Italia non è più solo il Paese del vino. Il consumo di birra è cresciuto negli ultimi anni in maniera esponenziale. Abbiamo imparato ad assaporare questa bevanda che vanta origini antichissime. Ecco perché sempre più persone provano ad investire nel settore, avviando una produzione di birre artigianali oppure aprendo una birreria.

Un’idea potrebbe essere aprire una birreria self service. È sicuramente vero che oggi avviare un’attività commerciale in Italia è un’incognita, se non si è preparati ad affrontare la burocrazia. E poi bisogna essere esperti del prodotto. Dunque se la tua passione per la birra non è stata coltivata per anni, forse dovresti frequentare un corso per imparare tutto su questa bevanda. In più dovrai trovare un locale adatto, che sia in una zona dove sai che l’attività potrà essere vantaggiosa dal punto di vista economico. Per questo dovresti affidarti a persone, consulenti, tecnici in grado di offrirti tutto il supporto necessario.

Ti piacerebbe aprire una birreria self service? Un locale dove i tuoi clienti possano servirsi anche da soli utilizzando spillatrici moderne, magari in grado di colmare i boccali con venti vie di erogazione? E magari dare la possibilità ai clienti di scegliere tra decine di marche di birre, scelte da te tra i produttori più talentuosi? Se l’idea di stuzzica, dovresti proseguire la lettura, per scoprire cosa devi fare per aprire una birreria di questo tipo.

 

1# Come aprire una birreria

Come aprire una birreria? Ti servirà un locale dove i clienti entrino per provare non solo il sapore di una birra che conoscono ma vogliano anche scoprire un’eccellenza.

Se ami la birra artigianale dovrai incontrare i mastri birrai e portare il frutto del loro mestiere alla conoscenza del pubblico. Se il tuo obiettivo sarà aprire una birreria self service, significa che dovrai mettere a disposizione dei tuoi clienti una spillatrice che possa essere utilizzata da più persone contemporaneamente.

Nel tuo locale dovrà esserci anche uno spazio per la cucina. C’è a chi piace una birra per il solo piacere di degustarla. Ma ci sono anche persone a cui piace bere e accompagnare la bevuta ad un tagliere di formaggi e salumi. Il tuo locale dovrà avere queste caratteristiche, oltre che essere arredato nel modo giusto. La tua clientela dovrà sentirsi a suo agio. Dovrai scegliere un’insegna, un arredamento, qualcosa che la caratterizzi e la renda riconoscibile. Deve essere possibile rintracciare la tua birreria self service online, quindi avrai bisogno probabilmente anche di un sito internet dove pubblicizzare i tuoi prodotti, fare promozione, organizzare serate speciali per creare un pubblico di affezionati.

Dunque la prima cosa da fare, dopo che avrai trovato un locale adatto, sarà affrontare la parte burocratica e quella delle spese da sostenere.

2# Aprire una birreria self service: i costi

Quanto costa aprire una birreria self service? Questa è la parte certamente più impegnativa. Affittare un locale, arredarlo e acquistare lo stock di prodotti che dovranno essere venduti ai clienti. Poi ci sono anche le consulenze, la retribuzione dei tecnici che effettueranno gli allacciamenti e i collaudi. Tutte queste voci di spesa dovranno essere affrontate senza mettere in conto intoppi di alcun tipo.

I costi per aprire una birreria self service sono abbastanza prevedibili. Ti servirà anche la spillatrice per erogare più birre contemporaneamente; probabilmente avrai bisogno di una persona che curi l’illuminazione, per creare un ambiente accogliente.

Lentamente, investendo anche sulla qualità dei prodotti, che però hanno un costo più elevato, rientrerai delle spese sostenute. Ci vorrà qualche anno, anche perché non disponi di un brand e il tuo locale non sarà subito conosciuto e rintracciabile. Dovrai guadagnarti la fiducia delle persone che costituiranno la tua clientela. Solo così, col tempo, i tuoi ricavi supereranno i costi per aprire una birreria self service.

Se tutto andrà per il meglio, se non ci saranno errori di natura tecnica (e può succedere se non ci si affida a professionalità preparate e scrupolose) un budget di duecentomila euro potrebbe essere sufficiente a iniziare. Ma se non disponi di tale cifra, la soluzione ottimale è quella di aprire una birreria in franchising.

Se non disponi della cifra necessaria per avviare la tua birreria self service puoi optare per una birreria in franchising: godrai di una serie di vantaggi e di facilitazioni senza rinunciare al tuo sogno

Nel seguente approfondimento, tratteremo anche questa opzione oltre che quella tradizionale, in modo da poter avere tutti gli scenari possibili e scegliere in modo consapevole quello ottimale per te.

Desideri Aprire un birreria senza stress? La formula in franchising è ciò che fa per te

3# Requisiti per aprire una birreria

Cosa serve per aprire una birreria? Per iniziare qualunque attività commerciale è necessario aprire una partita IVA. In base a questo documento viene stabilito che il locale rispetta le condizioni di igiene, sicurezza e salubrità e di risparmio energetico, sia dei locali sia di tutti gli impianti che sono stati installati.
Poiché si tratta di un locale di ristorazione serve anche il nulla osta dell’ASL. Ottenuti questi permessi avrai un mese di tempo per comunicare sia al comune che alla ASL l’inizio dell’attività.

Ovviamente la birreria dovrà essere anche un luogo sicuro, per cui servirà anche la certificazione antincendio, che verrà rilasciata dai vigili del fuoco. Questo accade solo se il tuo locale ha una superficie superiore ai 250 mq. Anche per esporre l’insegna ci sarà bisogno di un’autorizzazione.

Pensi di avere finito di imparare cosa occorre per aprire una birreria? Non ancora. Se hai intenzione di utilizzate musica all’interno del locale, dovrai regolare i diritti di utilizzo delle canzoni con la SIAE ed effettuare una prova dell’impatto acustico all’esterno, visto che la birreria probabilmente rimarrà aperta fino a notte inoltrata.

 

4# Aprire una birreria conviene?

Per dare una risposta, bisogna prendere in considerazione una serie di variabili. Che sono numerose. Si va dall’investimento iniziale all’ubicazione del locale, dalla qualità del prodotto alla tua competenza. Anche la scelta dei tuoi collaboratori sarà fondamentale per capire se conviene aprire una birreria.

La bravura dello chef che preparerà le pietanze, la gentilezza del personale di servizio, che invoglierà i tuoi clienti a tornare. Anche l’originalità dell’idea che c’è dietro la tua birreria sarà importante per sapere se conviene. Cosa avrà di diverso dai tanti pub che sono aperti in città? Perché dovrebbero venire proprio da te? Se avrai una risposta a questa domanda e sarà convincente, allora convincerai anche i tuoi clienti.

 

5# Aprire una birreria self service in franchising

Una soluzione possibile per realizzare il tuo sogno di aprire una birreria nel momento in cui la scelta tradizionale ti sembri troppo complessa, è la birreria in franchising che ti permette di avviare l’attività, tramite il pagamento di una fee, e di affiliarti ad un brand conosciuto. Avrai in questo modo diritto ad una serie di vantaggi e di facilitazioni. Dopo la scelta del locale la casa madre provvederà ad arredarlo con prodotti brandizzati, riconoscibili secondo una formula ampiamente consolidata.

L’aspetto più vantaggioso di aprire una birreria in franchising è di avere un brand, perciò non dovrai cercare tu i prodotti. È un lavoro che richiede molto tempo perché nel caso tu voglia, per esempio, vendere birra artigianale, dovrai trovare e contattare personalmente i birrai. Nel caso del franchising la casa madre ha già scelto le marche da commercializzare. In poche parole, è già tutto pronto, il che permette di risparmiare molto tempo e fatica. E in più si ha la sicurezza che il modello, applicato altrove, ha già funzionato e ha generato ritorni economici.

 

Una birreria in franchising ti permette di possedere un’attività il cui brand è già conosciuto e consolidato sul mercato, oltre a facilitarti tutti gli step iniziali che dovrai compiere per aprirla

 

Oltre all’arredamento, nel momento in cui decidi di aprire una birreria in franchising, il brand fornisce le attrezzature per la spillatura della birra e per la conservazione dei prodotti. Ovviamente ci sono anche determinate condizioni che spesso il franchisor richiede. La casa madre può esigere che tu ti sottoponga ad una formazione completa per la gestione della cantina, oppure un impegno assiduo che potrebbe essere incompatibile con altre attività in cui sei coinvolto.

Aprire una birreria in franchising è l’opportunità che stavi cercando?

6# Aprire una birreria in franchising iBirrattieri

Ti piacerebbe aprire una birreria self service in franchising senza doverti preoccupare di altro che di trovare un bel locale e di gestirlo?

Grazie a iBirrattieri potrai aprire una birreria self service senza le incognite di un’attività che comincia da zero. E anche se hai già un tuo locale ma vuoi provare a unirti alla grande famiglia de iBirrattieri questa è l’opportunità che stavi aspettando.

Ma quali sono dunque gli step che devi affrontare per aprire una birreria self service?

1) Fissa un appuntamento con un incaricato de iBirrattieri. Puoi farlo per esempio compilando il form di contatto. Ti verrà inviata immediatamente un’informativa con tutte le notizie che ti servono per valutare se la proposta fa per te.

2) Un incaricato ti contatterà per valutare e conoscere tutto quello che c’è da sapere sul brand e concordare una cifra adatta alle tue possibilità di piccolo imprenditore.

3) Scegli il locale. Una volta trovato l’accordo arriva forse la parte più stimolante. Il sogno di aprire una piccola birreria self service inizia a diventare reale. Sceglierai il locale che ti piace di più, nella zona che ritieni più vantaggiosa.

Ti verrà messo a disposizione un team di architetti che trasformerà il locale in una birreria brandizzata iBirrattieri. Non solo, una squadra di tecnici si occuperà di tutto quello che riguarda gli impianti, le attrezzature, l’arredo e la grafica, dedicandosi al progetto del tuo locale e seguendoti in ogni passo fino all’apertura dell’attività.

6.1 iBirrattieri: la formula vincente di birreria self service

Che cosa prevede l‘apertura di una birreria self service iBirrattieri? Una formula già sperimentata con successo: spillatrici professionali, alcune dotate di venti vie attraverso cui erogare senza sprechi le migliori birre, scelte tra più di cento marche.

La formula iBirrattieri prevede che il cliente possa servirsi autonomamente oppure che venga servito da personale esperto. È anche disponibile un’area per la preparazione di salumi e formaggi, per fornire ai clienti taglieri con prodotti di qualità che potranno essere consumati durante la degustazione della birra.

L’arredamento, l’insegna, i colori e la grafica scelti da iBirrattieri sono quelli storici del brand, garanzia di qualità dei prodotti e delle birre. Oltre alle venti qualità di birre alla spina, i clienti avranno la possibilità di scegliere tra almeno altre quindici tipologie di birre in bottiglia, tutte targate Angelo Poretti.

 

birreria self serviceTutti gli accessori sono studiati per mettere i clienti nella condizione di usufruire al meglio dell’esperienza birra. Per questo sono predisposti porta bicchieri con finiture in ferro vivo a vista. Sono previsti anche espositori per mostrare i prodotti in promozione. Avrai la possibilità, attraverso la composizione di moduli in legno massello, di comporre bacheche per l’esposizione delle birre. Sono disponibili anche delle cantinette con doppia temperatura in cui conservare non soltanto la birra ma anche il vino, i salumi e i formaggi.

Le luci sono pensate per creare la giusta atmosfera. Mangiare con l’illuminazione perfetta è fondamentale per mettere i clienti a loro agio, farli sentire comodi, rilassati, nella condizione ideale per gustare la loro birra preferita. Per questo sono state scelte luci retrò a incandescenza, per comporre l’ambiente di tre elementi: rame, metallo e luce calda.

Come per la birra anche per il vino, il brand garantisce la qualità del prodotto e un sistema all’avanguardia per la degustazione. Brand non significa solo insegne, colori, grafiche e arredamento, ma vuol dire che se il cliente entra in una birroteca sa che troverà un prodotto di qualità, scelto tra decine di etichette. E potrà degustare una bevanda conservata magnificamente, grazie ad una tecnologia finalmente in grado di rendere unica l’esperienza birra.

6.2 Vantaggi di aprire una birreria con iBirrattieri

La domanda che ti sarai posta è legittima. Mi conviene? La risposta la potrai trovare dopo aver valutato quello che il brand iBirrattieri ti presenta nella sua offerta.

 

• Un contratto di assistenza fino a cinque anni di garanzia presso la tua birreria. Vuol dire che verrai seguito in ogni tua esigenza o richiesta per metterti nelle condizioni di svolgere al meglio il lavoro, che poi è quello di soddisfare la tua clientela.

• Il patto di riacquisto. Se per qualunque motivo, di cui non devi dare alcuna giustificazione, entro il primo anno di attività decidessi di non continuare questa avventura nel mondo della birra, iBirrattieri ricomprerà le attrezzature.

Prodotto di qualità grazie al sistema di spillatura Draught Master Modular 20 del birrificio Angelo Poretti. Una voce importante quando si opera in questo genere di attività è la qualità del prodotto che si offre alla clientela.

 

La birra non basta che sia di qualità; deve essere anche conservata ed erogata in modo che mantenga le sue caratteristiche d’eccellenza al momento della mescita.
A che serve comprare una birra artigianale, per esempio, se poi al momento della spillatura arriva nel bicchiere meno buona di quello che era all’origine? Per questo iBirrattieri hanno optato per il meglio.
Cosa significa? Innanzitutto che la birra si mantiene all’interno dei fusti naturale al 100%, senza che si aggiunga CO2. Rimane fresca come se fosse appena prodotta. Inoltre c’è il fattore della durata. Il fusto, con questo sistema, una volta aperto garantisce la freschezza della birra per trenta giorni. Dal primo all’ultimo boccale il gusto della birra resterà quello originale, senza alcuna alterazione della qualità.

Possibilità del self service. È probabilmente uno dei motivi per cui i clienti amano le birrerie iBirrattieri. Spillare una birra è un’arte. Non si tratta certamente solo di erogare una bevanda. L’inclinazione del bicchiere determina anche la quantità di schiuma che il cliente si troverà nel boccale. La schiuma non deve essere né troppa né poca. Una birra senza schiuma non è una birra, così come una birra che ne ha troppa. Il cliente imparerà a spillarla in modo che restino due dita di schiuma, per proteggere aroma e sapore. Se è già in grado di farlo sarà contento di potersela spillare da solo, in modo da godere al meglio della bevanda. Se non lo sa, potrai insegnarglielo tu o il tuo personale. Il sapore cambia moltissimo. La birra spillata ha un gusto diverso da quella in bottiglia e nella spillatura ci sono diversi modi di erogarla.

Ti piace la formula de iBirrattieri?

6.3 Quanto costa aprire una birreria iBirrattieri?

Quali sono i costi per aprire una birreria self-service? Meno di quanto tu possa pensare: 650 € al metro quadro, ed è tutto compreso di ciò che ti servirà per aprire la tua birreria:

spillatrice con possibilità di degustazione al calice fino a 20 selezioni oltre alle altre 15 referenze in bottiglia del birrificio angelo poretti
porta bicchieri in stile tecno con finiture ferro vivo a vista oppure speciali ripiani in legno anticato porta boccali, il vero cappotto su misura tecnico per estrarre il bicchiere sempre pronto alla degustazione.
zona preparazione e bancone su misura
area degustazione caffé illy
tavoli e sedie sempre compresi

Vendita di birra alla spina, in esclusiva con il Birrificio Angelo Poretti con offerta di tagliere di salumi, formaggi e prodotti vegani e vegetariani e zona degustazione Caffè Illy. La nostra formula prevede: uno spillatore professionale con un numero di vie fino a 20, in funzione dello spazio e dell’area commerciale, con la quale è possibile degustare la birra, senza sprechi. Prevediamo, in abbinamento, l’attrezzatura per la zona di taglio che ti permetterà di preparare i taglieri per l’aperitivo e i taglieri per i dolci
Con un investimento del genere, ipotizzando che tu scelga un locale di circa 50 mq per la vendita di birra in bottiglia, birra al calice, tagliere di salumi e formaggi, il tuo incasso annuale si aggirerebbe intorno ai 135.000 €, ed un margine operativo di oltre i 50.000 €.

 

Con iBirrattieri, aprire una birreria è facile non solo dal punto di vista pratico ed operativo, ma è anche sicuro. Garantiamo un contratto di assistenza fino 5 anni di garanzia presso il tuo negozio, inoltre saranno riacquistate, con il contratto “patto di riacquisto”, le tue attrezzature entro i primi 18 mesi di attività senza richiedere alcuna giustificazione. Zero spreco: la birra può restare aperta fino a trenta giorni senza che il sapore, il profumo e il sentore vengano alterati. 

Aprire una birreria secondo la formula de iBirrattieri ha molti vantaggi, fra cui:

Possibilità di noleggio
Super ammortamento del 130%
Servizio tecnico con numero verde in caso di assistenza
Nessun reso, cauzione e magazzino: i fusti vuoti si smaltiscono nella
plastica
• Spilla fino a 100 birre piccole con un fusto da 20 litri
Pubblicità continua per te: il tuo locale sempre Social
No fee d’ingresso e no royalty

Dopo la birreria anche la tecno-enoteca

Oltre ad avere la possibilità di aprire la birreria dei tuoi sogni con facilità grazie al supporto del brand iBirrattieri, potrai scegliere di avviare la tua vineria in franchising. Se hai la passione per il mondo dei vini con iVinattieri avrai la tua tecno-enoteca in poco tempo, grazie alle soluzioni che offre il brand. Potrai iniziare la tua attività molto prima del tempo normalmente necessario ad aprire un’enoteca. La grande famiglia de iVinattieri ti supporterà in tutti li step iniziali per aprire la tua attività, occupandosi di tutti gli aspetti più complessi: avrai il tuo progetto di realizzazione già confezionato e compreso nel prezzo, una selezione di etichette di eccellenza, macchine con una tecnologia avanzata che ti permettono di non sprecare neanche una goccia di vino.

Quanto costa aprire un’enoteca iVinattieri?

Il prezzo è di 650 € al mq, ed in tale prezzo è compreso tutto ciò che ti servirà per aprire la tua tecnoenoteca. iVinattieri infatti seguono passo passo il nuovo affiliato, dal momento della richiesta di informazioni preliminari sino all’inaugurazione del locale, pronto e finito! L’azienda ti assisterà e si occuperà di tutto il necessario: impianti, finiture, attrezzature, arredi e grafica coordinata.

La tua tecnoenoteca sarà dotata dell dispenser iVinattieri, che non è solo un erogatore professionale in grado di migliorare l’esperienza vino ma è anche un elemento di arredo, il cui design farà della tua enoteca un luogo particolare. iVinattieri ti mette a disposizione il know-how per aprire l’enoteca, dall’arredamento alle insegne, dal dispenser di vini alla formazione.

 

 

Che tu voglia aprire una birreria self service iBirrattieri o una tecno-enoteca iVinattieri, quello che è importante è che per iniziare avrai a disposizione il meglio. Grazie al brand, alle professionalità e alla scelta dei prodotti, il tuo percorso sarà seguito passo a passo fino a quando non avrai raggiunto il tuo obiettivo: offrire ai tuoi clienti vino e birra di grande qualità.

Contatta iBirrattieri,  ti spiegheremo come iniziare questa meravigliosa avventura!

Origine Lead
Marchio*
Nome*
Cognome*
Città*
Provincia*
Telefono*
E-mail*
Richiesta*
Dispongo già di un locale
Codice di verifica
Ricarica
Ho letto e accetto le note sulla privacy*